Trascendere l’offesa nel dono
Bielinski / 2 Aprile 2021

Con i confratelli redentoristi si parla spesso a tavola, anche di quanto ho esposto nel precedente post. Specie di domenica, quando abbiamo più tempo per questo. A causa del coronavirus, si può stare solo in due per tavolo, per rispettare doverosamente le distanze cautelari. Questo fa sì che si possa entrare in un dialogo più interpersonale. Nella fiducia reciproca, anche a tavola si possono condividere più profondamente le cose che si vivono nella concretezza, intercettando le lezioni da imparare e le consolazioni da cogliere. Questo mi aiuta a lasciare il pensiero spesso troppo umano e a sintonizzarmi con il pensiero e lo stile di vita dello stesso Gesù che insieme cerchiamo di seguire nella vita religiosa. A volte emergono tratti sorprendenti, forse leggermente “oscurati” anch’essi, ma – quando esposti alla luce della carità reciproca – si trasformano. In uno dei colloqui è emersa una mia persistente mancanza di riconciliazione con l’esperienza che avevo fatto il Polonia, immerso appieno nella prima ondata della crisi sanitaria ancora in atto. Mi sto riferendo all’esperienza davvero forte, vissuta con la comunità dei redentoristi di Tuchów (seminario) dove mi trovavo in quei mesi. Il Covid-19 ha scombussolato tutto: noi che eravamo in buona salute abbiamo…

Un cuore sensibile che ha tempo per l’altro
Bielinski / 12 Marzo 2021

1. Le dense ombre del nostro mondo gravemente malato Nella sua ultima enciclica sulla fraternità e l’amicizia sociale intitolata Fratelli tutti, il santo padre Francesco scrive che la realtà in cui viviamo, il nostro mondo attuale è coperto dalle dense ombre, che non vanno ignorate[1]. In questo testo ho trovato anche una risposta alla domanda che mi assilla: c’è ancora speranza per il «nostro mondo gravemente malato»[2]? Nell’enciclica Fratelli tutti, il Papa esplicita – chiamandole per nome – alcune di queste «ombre del nostro mondo moderno»[3]. È un elenco che conosciamo, ma messo insieme offre un’evidenza impressionante su come il mondo sia davvero malato. Le ombre nascono da: gli anacronistici conflitti internazionali che sono stati ritenuti superati, ma purtroppo risorgono di nuovo; il crescente disprezzo per la storia, per tutto ciò che è passato e il rifiuto della ricchezza spirituale e umana costruita dalle generazioni precedenti; un vile gioco di squalifica, manipolazione, soluzioni di marketing in politica che in fondo dovrebbe servire allo sviluppo di tutti e al bene comune; il traffico di esseri umani, di commercio di organi e tessuti umani, sfruttamento sessuale di bambini e bambine, lavoro schiavizzato; guerre, attentati, persecuzioni per motivi razziali o religiosi; «aggressività senza…