Prof. Bruno Hidber, 41 anni di insegnamento all’Accademia Alfonsiana

 

Un grazie sincero al prof. Bruno Hidber per i suoi 41 anni di insegnamento all’Accademia Alfonsiana

Lo scorso 24 aprile 2019 la Comunità accademica dell’Alfonsiana si è riunita per rivolgere un saluto carico di gratitudine al prof. Bruno Hidber, C.Ss.R., per i suoi 41 anni di insegnamento.

Il prof. Hidber è nato il 22 settembre 1943 a Coira in Svizzera. Ha emesso la professione religiosa nella Congregazione del Santissimo Redentore il 16 ottobre 1965, ed è stato ordinato sacerdotale il 16 agosto 1970. Ha iniziato ad insegnare nel 1978 presso l’Accademia Alfonsiana.

Ha svolto gli studi di filosofia e teologia nello studentato dei Redentoristi della provincia di Monaco (Germania) presso la comunità di Gars am Inn. Ha perseguito gli studi di specializzazione in teologia fondamentale e dogmatica nelle università di Tubinga e Ratisbona. Ha ottenuto il dottorato in Teologia con la dissertazione dal titolo Glaube-Natur- Übernatur. Studien zur “Methode der Vorsehung” von Kardinal Dechamps nel 1977.

Lo stesso prof. Hidber nel salutare la comunità dei docenti dell’Accademia ha ricordato come “dopo aver difeso il dottorato, l’Accademia Alfonsiana non rientrava nei miei piani futuri”. Sarebbe dovuto rientrare dalla Germania in Svizzera. Il suo Provinciale lo aveva destinato all’impegno all’apostolato e alla formazione teologica dei laici contatto nella diocesi di Basilea.

Nella sua testimonianza il p. Hidber ha ricordato come per lui “fu una sorpresa essere chiamato dal Moderatore Generale dell’Accademia Alfonsiana per insegnare a Roma”. Questa iniziale sorpresa – ha continuato il prof. Hidber – “si è trasformata in una scoperta di un mondo nuovo ed interessante sotto molti aspetti. Infatti incominciai a scoprire che l’Accademia rappresentava un vero microcosmo della Chiesa Universale con tutti i suoi molteplici aspetti”.

Nel corso degli anni, ha ricordato il prof. Hidber, “lavorando, a stretto contatto con gli studenti e colleghi provenienti da tutte le parti del mondo, la conoscenza della diversità culturale, dei diversi approcci formativi, ho potuto verificare l’alto valore di una formazione specialistica in teologia morale – che privilegia lo studente con le sue domande più che lo nozioni da trasmettere – in modo da essere aperti alle sfide del mondo, ed essere in grado di aiutare gli uomini del nostro tempo nelle complesse problematiche morali”.

Formare i giovani studenti dell’Accademia Alfonsiana provenienti da tutto il mondo – ha evidenziato il prof. Hidber – è stato “un grande dono, ma è anche una grande responsabilità”.

Durante i 41 anni di insegnamento all’Accademia ha tenuto più di 50 corsi e 30 seminari sui seguenti temi: il problema del male, il sacramento della riconciliazione penitenziale, aspetti dogmatico-morali della penitenza, il peccato, un tradimento della libertà. Ha diretto come primo moderatore più di 40 tesi di dottorato e come secondo circa 30 tesi. Ha diretto più 50 tesi di licenza come primo moderatore.

Dal 1995 al 2001 il p. Hidber ha ricoperto, in modo singolare, la carica di Preside dell’Accademia Alfonsiana.

Il p. Hidber nei suoi anni trascorsi al servizio dell’Accademia Durante ha fatto parte di quasi tutte le commissioni ordinarie dell’Accademia, è stato Preside dal 1995 al 2001 e vicepreside per più mandati; dal 1982 al 2011 ha insegnato come professore invitato al Pontificio Ateneo S. Anselmo nell’area dogmatica – sacramentaria. Nel 2002 è stato “Visiting Scholar” alla Facoltà teologica di Seton Hall University, New Jersey.

In data 24 novembre 1999 il Card. Angelo Sodano, Segretario di Stato lo ha nominato membro ordinario della Pontificia Accademia di Teologia.

Nel concludere questo sintetico contributo sul P. Bruno Hidber, in segno di gratitudine per il suo calore umano verso tutti i membri dell’Istituto e riconoscenza per la sua instancabile dedizione all’Accademia Alfonsiana e alla Congregazione del Santissimo Redentore, riportiamo le parole dello stesso P. Hidber “se all’inizio venire ad insegnare all’Accademia Alfonsiana era stata una sorpresa, aperta anche a certe incertezze, oggi dopo tanti anni di insegnamento posso dire con grande convinzione che porsi al servizio di un tale Istituto significa un privilegio per il quale posso soltanto essere grato”.

 

Potrebbero interessarti anche...