Storia dell’Accademia Alfonsiana

cortilex4

 

L’Accademia Alfonsiana, situata in Roma, è un Istituto Superiore di Teologia Morale, fondato dai Padri Redentoristi. Dal 1960, l’Accademia Alfonsiana fa parte della Facoltà di Teologia della Pontificia Università Lateranense e può rilasciare diplomi di Licenza e Dottorato in Teologia Morale.

L’Accademia, secondo lo spirito di Sant’Alfonso, dottore della Chiesa, patrono dei Teologi moralisti e fondatore della Congregazione del Santissimo Redentore, fedele al magistero della Chiesa ha come missione:

1.- Lo studio della Teologia Morale alla luce del mistero di Cristo e la ricerca scientifica secondo gli sviluppi contemporanei e i bisogni del popolo di Dio.

2.- La formazione scientifica degli studenti (chierici, religiosi, laici e laiche) nella ricerca delle fonti, principi, metodi ed applicazioni della Teologia Morale e di altre scienze ad essa collegate. Tale formazione è diretta a dare agli studenti un alto livello di preparazione nel campo dell’insegnamento, nell’investigazione scientifica della verità e in altri campi al servizio della Chiesa e della società.

Storia ed Identità

Il 2 agosto del 1960 un antico desiderio dei Redentoristi divenne realtà, con l’inserimento della Accademia di Teologia Morale nella Facoltà di Teologia della Pontificia Università Lateranense. In questa data la Congregazione per i Seminari e le Università degli studi con un decreto elevò L’Istituto creato nello spirito di Sant’Alfonso ad Istituto Superiore di Teologia Morale. Questo permise all’Accademia di ammettere tutti coloro che, avendo una Licenza in teologia, aspiravano ad ottenere un diploma di Dottorato in Teologia Morale.

Già, i Redentoristi dopo la proclamazione di Sant’Alfonso a dottore della Chiesa nel 1871 avevano cercato di costituire un Istituto che si dedicasse all’insegnamento e alla diffusione della teologia morale di Sant’Alfonso. Il capitolo Generale dei Redentoristi nel 1894 approvò un decreto che stabiliva: “E desiderio del Capitolo che a Roma, quando sarà possibile, venga eretta una Scuola superiore generale, dove possa venire dalle varie Province l’uno o l’altro giovane padre che abbia già terminato gli studi, affinché, sotto la guida di padri esperti della congregazione, si possa formare con maggiore profondità negli studi sia filosofici che teologici che sono propri di S. Alfonso e così i padri possano a loro volta istruire gli altri.”

Il primo Istituto Alfonsiano comprendeva per l’anno accademico 1910-1911, 6 professori e 26 studenti religiosi per l’anno accademico 1910-1911, e offriva corsi di teologia dogmatica, morale, diritto canonico, filosofia e lingua ebraica, realizzando quasi il sogno dei Redentoristi. Però, con la Prima Guerra Mondiale, l’Istituto fu costretto a chiudere e, durante la Seconda Guerra Mondiale, vani furono i tentativi di riapertura dell’Istituto.

Il 9 febbraio del 1949, sotto la guida del Superiore Generale dei Redentoristi, Padre Leonardo Buijs, tale Istituto col nome di Accademia Alfonsiana divenne interno della Congregazione. Gli anni che seguirono furono caratterizzati dalla riorganizzazione e dallo sviluppo, finché, il 25 marzo del 1957, l’Accademia Alfonsiana fu ufficialmente riconosciuta dalla Congregazione dei Religiosi come scuola interna pubblica di Teologia Morale. Ciò significava che l’Accademia, senza avere una formale posizione universitaria, era autorizzata ad accettare studenti Redentoristi.

L’anno accademico iniziava così con 14 professori e 20 studenti. Il 28 giugno del 1958, la stessa Congregazione autorizzò l’Accademia a conferire il Diploma in Teologia Morale e Pastorale, ma solamente come “grado interno”.

Il 2 agosto del 1960 l’Accademia Alfonsiana fu definitivamente incorporata nella Facoltà di Teologia della Pontificia Università Lateranense e, con questa sua nuova ed ufficiale veste universitaria, potè conferire i diplomi di Licenza e Dottorato universalmente riconosciuti. Con l’annunzio dell’incorporazione dell’Accademia Alfonsiana il Rettore Magnifico dell’Università Lateranense, alla presenza di molti cardinali, vescovi ed invitati, dichiarava:

Si tratta di un vero ed autentico Istituto di Teologia Morale, il primo di questo genere in tutta la storia della Chiesa che, ispirandosi al magistero di Sant’Alfonso de Liguori, si propone di approfondire lo studio degli aspetti naturali e soprannaturali di tutti i problemi della vita morale secondo le esigenze del mondo moderno sotto la guida del magistero della Chiesa.

Il 22 ottobre 1969, la Sacra Congregazione per l’Educazione Cattolica ha approvato il programma proposto dall’Accademia in applicazione delle Normæ quædam (20 maggio 1968): licenza specializza­ta (2° ciclo) e dottorato (3° ciclo) in teologia morale.

Il 20 giugno 2019, lo Stato Italiano ha concesso all’Accademia Alfonsiana la personalità giuridica come “Ente religioso civilmente riconosciuto”.

Il 5 gennaio 2021, la Congregazione per l’Educazione Cattolica ha inserito l’Accademia Alfonsiana, affidata alla cura, direzione e amministrazione della Congregazione del Santissimo Redentore con Statuti propri (cf. VG, Proemio 5,3; VGNA, 2), come Istituto ad instar facultatis nella Pontificia Università Lateranense (cf. Statuti PUL art.3 § 2).

L’Accademia Alfonsiana Oggi

Situata nel cuore di Roma, a pochi passi dal Colosseo e dalla Basilica di Santa Maria Maggiore, l’Accademia Alfonsiana è il centro intellettuale dove più di 300 allievi studiano per ottenere la Licenza e il Dottorato in Teologia Morale. Gli studenti provengono da più di 60 Nazioni dei vari continenti del mondo e formano una comunità internazionale costituita da sacerdoti, religiose laici sotto la guida formativa di circa 30 professori, dei quali 20 sono Redentoristi.

L’influenza dell’Accademia Alfonsiana si può constatare non soltanto nella formazione degli studenti, ma anche nella Chiesa Universale. Alcuni dei Professori hanno collaborato attivamente nell’elaborazione di documenti fondamentali del Concilio Vaticano II, come ad es. la Gaudium et Spes, e uno di essi è stato, anche, invitato a dirigere gli esercizi spirituali di Sua Santità il Papa Paolo VI.

Attualmente, il Corpo Docente è formato da professori stabili e professori invitati, esperti nei diversi campi del sapere, come Teologia Morale Sistematica, Sacra Scrittura, Patristica, Storia, Teologia Pastorale, Antropologia Sociale, Metodologia scientifica, ecc. Tutto questo sforzo scientifico ha come unico obbiettivo lo studio approfondito della problematica morale contemporanea per offrire ai suoi studenti una preparazione qualificata in teologia morale. Fedele al magistero della Chiesa, l’Accademia Alfonsiana orienta la sua investigazione ed educazione appoggiandosi sempre allo studio delle fonti, in una analisi ponderata della realtà. La prospettiva Alfonsiana e la preoccupazione a livello rigorosamente scientifico del suo insegnamento hanno segnato e continueranno a segnare la storia dell’Accademia Alfonsiana.

L’Accademia e la sua presenza nel Mondo

La dedizione, lo sforzo e i sacrifici della Congregazione del Santissimo Redentore, dei Professori, collaboratori e studenti, per dare all’Accademia un’identità ed un prestigio non sono stati inutili. Con orgoglio e soddisfazione la famiglia Alfonsiana conta 1 ex-studente Cardinale, 45 ex-studenti promossi all’alto magistero episcopale; altri sono professori di teologia morale, scrittori, direttori di formazione, direttori spirituali, missionari, parroci e ministri della Parola in tutto il mondo.

L’Accademia Alfonsiana è la realizzazione del grande sogno della Congregazione Redentorista, di un ministero che nasce dal più profondo del suo carisma missionario, sempre sotto l’ispirazione e la guida del suo fondatore e grande moralista Sant’Alfonso, dottore della Chiesa e patrono dei moralisti e confessori.

Sant’Alfonso scrisse la sua famosa Theologia Moralis per preparare ed aiutare i sacerdoti ed altri ministri nella guida dei propri fedeli per l’accrescimento e la santificazione della vita cristiana. Allo stesso modo l’Accademia Alfonsiana prepara ed aiuta gli studenti, religiosi e laici, nella guida della propria comunità cristiana. Come Sant’Alfonso, l’Accademia Alfonsiana continua “ad insegnare a coloro che insegnano”.