Saluto del Preside uscente e benvenuto al nuovo

Prof. A. Wodka, Preside uscente

Prof. A. Wodka, Preside uscente

 

Cari Amici,
la chiamata di Papa Francesco a continuare, dopo il Prof. Franco Imoda, S.J., la missione dell’Agenzia della Santa Sede per la Valutazione e la Promozione della Qualità delle Università e Facoltà Ecclesiastiche (AVEPRO), mi ha raggiunto nel pieno delle attività del secondo mandato di Preside dell’Accademia Alfonsiana (2016-2019). Nell’edizione speciale della nostra Newsletter (Anno V, AN017 – Roma, 27 giugno 2018), grazie alla dott.ssa S. Padelli, ho già avuto modo di parlarne a voi, raccogliendo i primi sentimenti e le prime speranze nelle risposte date al mio Superiore provinciale, P. Janusz Sok, C.Ss.R.

Con questo saluto, colgo l’occasione per pronunciare ancora due parole: un “grazie” e un “augurio”. Vi ringrazio tutti, amici studenti, colleghi docenti, cari collaboratori non-accademici, per ogni occasione che ci ha trovati uniti nel costruire, pazientemente, la nostra comunità accademica alfonsiana. Senza un ambiente di vera “prossimità” cordiale, auspicata dal Papa sin dall’inizio del suo pontificato, non si riscoprono le radici profonde della vera gioia che nasce al contatto con la Verità Amante. Sono testimone, in questi cinque anni ormai passati dal 2013, di un entusiasmo costante, fraterno e leale, nel costruire la vera koinonía fra tutti noi. Grazie per questa Comunanza dello Spirito che il Vangelo dona gratuitamente e la vita condivisa in Cristo ci permette di incarnare per la letizia di tutti. Grazie!

L’augurio invece è questo: l’Accademia cresca sempre di più nella sua capacità di evidenziare, con serietà disciplinare, con coerenza testimoniale e con accessibilità pastorale, l’altissima chiamata del genere umano, quella di ritrovarsi felici, tutti figli nel Figlio e per questo tutti fratelli e sorelle, capaci di costruire la cultura agapica dell’Uomo Nuovo, custode e cultore del creato e dell’intera famiglia umana. Possiamo essere anche noi, segni e strumenti di questa novità di Dio che lo Spirito continuamente fa nascere nel cuore ansioso del mondo. Possiamo anche noi contribuire alla progressiva redenzione dell’umano con i migliori frutti dell’esplicitazione razionale del mistero di libertà e di comunione che intravediamo nella luce del Mistero di Cristo.

Prof. A. Amarante, Preside f.f.

Prof. A. Amarante, Preside f.f.

Auguri di cuore anche al Prof. Alfonso Amarante, di ogni serenità, di luce e di forza nel condurci, in una sinodalità carica di sinergie, verso i traguardi che man mano si prospettano dinanzi ai nostri occhi.

Vivat Academia, vivant professores,
vivant membra quaelibet,
semper sint in flore! (1781).

Andrzej S. Wodka, C.Ss.R.

Potrebbero interessarti anche...